Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2020

L'ARCHIVIO DEI SOGNI

Immagine
                                                                  L’ARCHIVIO DEI SOGNI   Esistono archivi dove vengono stipati i nostri sogni. Si trovano nelle calette abbandonate, che oltre al vento, alle onde e le strida dei gabbiani, hanno conosciuto le prue agili, le poppe opulente dei navigli, che nei secoli, sotto forme diverse, hanno costeggiato, approdato e poi si sono allontanati in una scia di spuma fosforescente.     Oppure nei casolari, ridotti a buchi neri nelle notti, con il contorno biancheggiante di qualche rudere        o muro sbrecciato, a testimoniare, che là, c’è stata vita. Magari, a maggior prova, un palo ancora eretto lì accanto, con una lampada che da tanto non dà più luce alla via maestra scomparsa anch’essa sotto un intrico di sterpi e fogliame inestricabile, col il suo piatto portalampada basculante nella notte, inutilmente cigolante ad ogni alito di vento ed un filo elettrico che pende, inerte e innocuo.                                          

L'IDILLIO

Immagine
                                                                                    Maurizio entrò recando con sé una cartellina. Aveva un modo di fare più determinato del solito. Sedette al suo posto, al tavolo di presidenza, richiamò l’attenzione dei pochi presenti, agitando la cartellina, e, senza indugio, cominciò a parlare. A volte, disse, non riflettiamo abbastanza sulla bellezza e leggiadria di alcune parole, le quali si illuminano all’improvviso di una luce particolare, solo in certe occasioni. Con la casualità delle cose più comuni. Ho scoperto questa mattina una parola in sé nota ed abusata, che, abbinata ad una bella foto e postata con amore dal nostro amico Achille, ha risvegliato in me sensazioni e vibrazioni profonde, di cui non l’avrei mai fatta capace. La parola è idillio ed è il titolo di una poesia di Robert Walser in pieno stile idilliaco; l’idillio è un componimento poetico breve, che parla d’amore. Amore per una persona, per un luogo, per un tempo. La parol