Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2021

TUTTO CIO' CHE SI E' PERSO

                                   Walter, perché Walter, fra tanti? Gli ronzava in testa il nome di un   suo cugino, una persona simpatica, con cui aveva avuto nel passato remoto un rapporto di amicizia, come con altri cugini, fratelli fra di loro e a loro volta cugini di altri cugini, ma poi, per tutto il gruppo si era verificata una diaspora: si erano persi da molto tempo e non si erano più visti, né tenuti in qualche modo in contatto.     Il bel tempo della giovinezza. Maurizio era sempre più taciturno e pensava alla vita che se ne andava, gli ultimi sprazzi di una gioia immensa, vissuta per lo più inconsapevolmente Gli amici lasciati lungo il percorso, o perché lo avevano preceduto al traguardo, o perché persi nel corso degli anni. La vita come avrebbe dovuto essere, o come forse era stata, ma lui non aveva saputo godere fino in fondo. Quanti fili spezzati, quanti progetti irrisolti. Walter, perché proprio Walter, fra tanti? Come recuperare quel tanto di buono che c’

TACE ORA IL MARE

Immagine
                                                  TACE ORA IL MARE Riposa e sogna Dimentico dell’ultima tempesta Che venti, che onde, che schianti Montagne di acque semoventi, colonne di spuma bianca che si sollevano ed inseguono, cozzando correndo e rotolando l’una sull’altra. Eri solo e lontano da ogni riva. Mare sornione Mare amico Mare crudele. Tortoreto - 2014 Ora il mare è calmo Che pace nel cuore. Il tumulto che l’ha preceduto, Venti che spazzano la spessa cortina di acqua polverizzata, Onde che montano ed avanzano minacciose Sono solo un ricordo. Eppure hai visto vuoti e colmi formati dal vento spingere le pigre acque all’attacco come eserciti in guerra. Non come le statuette dell'esercito di terracotta, cinese, circa ottomila pezzi, rappresentanti soldati e cavalieri, di ogni ordine e grado, immobili nella fissità dei secoli, ma elementi naturali, turbolenti e fuori controllo, in un moto che sembrava inarrestabile. Turbini, lampi e scoppi di tuoni. Ora è immobile la superf